Cugini Carnali scena madre l19766469

Channel: antonioeduardo617

2,570,577

TIP: Right-click and select "Save link as.." to download video

Initializing link download... Initializing link download.....

Dati: Anno: 1974Genere: commedia noir/drammatico (colore)
Regia: Sergio Martino
Cast: Riccardo Cucciolla, Susan Player Jarreau, Alfredo Pea, Fiorella Masselli, Rosalba Neri, Hugh Griffith, Renzo Marignano, Claudio Nicastro, Lia Tanzi, Raf Baldassarre

I do not own any rights on the Movie Clip. Movie belongs to the legitimate owners. This clip is uploaded as a beautiful sample of a Masterpiece of second-chance sexy movie from the Italian '70s. I am aware that all rights belong to the legitimate owners, CHAMPION CINEMATOGRAFICA S.p.A. and its solicitors and legitimate heirs, and I hereby act as an amateur reviewer.

Thanks for not signaling it as a violation of Copyright. In fact it is Not.

Scena Madre del Film "Cugini Carnali", considerata come autobiografica dal regista (e da chissà quanti altri).

Girato in Puglia nel 1974, benchè rientrante di diritto nella così detta Commedia Sexy all'italiana, se ne discosta non poco per l'autorevole apparato fotografico, musicale e recitativo. Tali differenze drammatiche si notano particolarmente nella scena madre finale e conclusiva. E' considerato da molti come il Capolavoro di Sergio Martino.

Da notare: la straordinaria partecipazione di Hugh Griffith, Susan Player (più tardi moglie di Al Jarreau), e un Riccardo Cucciolla strepitoso. Benchè le località e la lingua utilizzata siano immaginari di varie Terre Pugliesi (è un pout-pourri di Location e di dialetti Apuli senza necessario riferimento territoriale specifico, e ciò lo rende ancora più interessante dal punto di vista dell'immaginario del Regista), trattasi di un vero omaggio primordiale alla Puglia innocente e trasognata, qui colta in uno splendore dorato nell'alba degli anni '70.
Il film descrive con bucolica naturalezza l'incontro-scontro tra mito e realtà, tra universo femminile adolescenziale e fantasie di potenza virili, tra prime esperienze reali e quelle immaginate o immaginarie di un'intera generazione di Maschi romanticizzati e contemporaneamente molto attivi. Dalle dolci, bianche lamie della Valle d'Itria (Cisternino ed Alberobello) alle Masserie dello Jonico-Tarantino e del Salento, dal centro storico di Nardò (LE) a Piazza del Seminario a Lecce centro, dalle gravine delle terre rupestri (Mottola, Laterza, TA) alle mitologiche spiagge di Saturo e Luogovivo (Leporano, TA, tra i luoghi "più significativi del Mediterraneo" secondo l'Unesco) e all'entroterra di Porto Selvaggio (il secondo approdo di Enea secondo l'Epos romano), il film esprime una qualità fotografica di prim'ordine. Molto bello e da riscoprire.

Mattone forgia per il film una straordinaria Colonna Sonora, forse una delle migliori soprattutto ne' "Il Tema di Sonia" e "Il Tema dei Padri" che risuonano nella sontuosa Scena Madre finale. "Cugini Carnali" è, rispetto a "Malizia", ciò che "Il Consigliori" è rispetto a "Il Padrino". Con la dovuta Osservanza.

Alla vigilia della cresima, il sedicenne Nico D'Altamura, figlio di un preside di liceo, si vede piombare in casa la bella e disinibita cugina Sonia, venuta da Roma in Puglia per le vacanze e per ricevere dallo zio ripetizioni di latino e greco. Timido e introverso, turbato da sogni erotici cui l'ambiente familiare, fatto di ipocrito moralismo, impedisce di dare sfogo, Nico subisce, da parte della libera e spregiudicata ragazza, un'opera di continua seduzione, cui però, pur distruggendosi dal desiderio, è incapace di corrispondere. Provate tutte le armi, compresa quella della gelosia, Sonia, poco prima di ripartire per Roma, ricorre a uno stratagemma per allontanare gli zii e restare sola con Nico, cui si offre ormai apertamente. Trovato il coraggio, il giovane ha la sua prima intensissima esperienza amorosa.

http://www.ebay.com.au/itm/CINEMA-manifesto-CUGINI-CARNALI-r-neri-SERGIO-MARTINO-/300566689732

http://davinotti.com/index.php?forum=50007569

http://davinotti.com/index.php?f=7569

http://davinotti.com/index.php?option=com_gmap&id=3676&id_film=7569